Spose coi fiocchi: nuovi dettagli encomiastici

Legare qualcosa con un nastro e farci un bel un fiocco, ha sempre avuto un significato celebrativo e benaugurale. Si pensi al fiocco di un pacco regalo, alla coccarda con fiocco rosa o azzurro alla nascita di un bebè, al nastro delle cerimonie inaugurali per l’apertura di un’attività o per aggregazioni politiche. Il fiocco, così come l’annodatura di nastri, nastrini, velluti, grosgrain, rasi e velluti e quant’altro, è simbolo distintivo di festa, cerimonia, lieto evento e ha il significato di eleganza, cura, dono, sorpresa come per un augurio caloroso ed un buon inizio.

Immagine 11Quale miglior contesto se non un fiocco posto a dettaglio sull’abito nuziale della bellissima sposa, per officiare e festeggiare un giorno così importante, un evento autentico e ufficiale come il matrimonio!

Immagine 12

Ecco che ritorna un dettaglio di primo piano nella mise della sposa, come elemento di sicuro carattere encomiastico e raffinato, legato da un nastro in vita.

Tuttavia, non siamo tutti tradizionalisti a questo mondo. Se non fosse che non a tutte le donne convincerà l’idea! La maggioranza delle promesse spose contemporanee del secondo millennio sono in realtà donne emancipate e determinate, non più solo relegate al mondo di trine, merletti e svenevolezze.

La sposa moderna con la sua avversione rispetto ad alcuni miti femminili del passato, di un mondo affettato e rosa, bomboniere vetuste e scontati cerimoniali, potrebbe avere sentore di vecchiezza, quale quello della naftalina alla sola idea di agghindarsi di coccarde e frou frou, letti tradizionalmente come qualcosa di classico, noioso e obsoleto.

Gli stilisti più all’avanguardia e di talento, per fortuna, sono riusciti a rileggere questo dettaglio e a provocare quel balzo semiotico, tipico solo dei grandi creativi, di coloro che giocano un vero ruolo nel campo della Moda.

Il ribaltamento tra il significante e il significato del fiocco come elemento encomiastico, soprattutto a livello decorativo e formale, e la giusta collocazione con citazioni  del tutto sorprendenti originali e fuori dalla norma, nella visione di outfit realmente innovativi e attuali. Siamo sicuri convinceranno anche le spose più anticonformiste… e vedremo come.

Geniali, a questo proposito, le proposte di abiti dallo spirito decadente che giocano su un mood fortemente passionale e provocante, con l’utilizzo di linee sul nudo, di tessuti leggeri e trasparenti per Vera Wang 2016. Spiccano: il modello aderente e scollato con inserto simil-dolcevita in pizzo e multi-fiocco satinato in evidenzia al girovita; il romantico abito completamente trasparente con fiorellini applicati; infine, l’erotico abito rete dalla linea lingerie contemporanea e molto provocante, per donne bellissime e sicure di sè, un pò temerarie.

VeraWangfioccoAbito-con-fiorellini-Vera-WangAbito-nude-a-sirena-Vera-Wang

Supremo, altrettanto singolare ed ingegnoso, il tema bianco e nero di Wang. Si va da un modello completamente bianco e see-through stile mannèquin nuda, in pizzo e tulle, da portare con preziosa biancheria nera a contrasto, sovrastato dal nastro nero satinato con fiocco che cinge la vita di una silhouette perfetta e assolutamente afrodisiaca, ad un modello a sirena bianco con spallina a contrasto nera e grande fiocco centrale, modello papillon gigante.
Vestiti-bianchi-e-neri

Per finire, veramente sbalorditivo questo meraviglioso modello Wang in pizzo, stile sottoveste, arricchito da voluminosi pannellidi balze in tulle finali arricciati ad arte, che vanno a comporre un strascico estremamente affascinante e dinamico, in un gioco di trasparenze che ricordano le pennellate di un quadro di Turner.

Abito-pizzo-e-tullelingerie

Per una donna più drammatico e romantica al tempo spesso ecco il pathos delicato e soave degli abiti della Packham. Fate, folletti, incantesimi, ecco il motivo ispiratore della talentuosa stilista Jenny Packham, che al suo Bridal Show 2016, presenta una collezione sposa ispirata al capolavoro letterario e drammaturgico di William Shakespeare, “Sogno di una notte di Mezza estate”.

Una passerella fiorita accoglie e contorna spose aggraziate e soavi che sembrano incedere in slow-motion, come in preda ad un incantesimo, come protagoniste fluttuanti di un quadro preraffaellita. Il nastrino lurex scintilla, delicatamente legato in vita, è satinato o vellutato, sottile, a contrasto o tono su tono, come per l’abito azzurro. Si fa reminiscenza, al suono di musiche fiabesche, clavicembali, flauti e pianoforti, la tormentata e appassionante storia dei due innamorati, Ermia e Lisandro, che contro la volontà del padre della ragazza, fuggono sperdendosi nel “bosco delle fate”, inseguiti dal promesso sposo Demetrio.

Incantevole la presentazione e l’esposizione di un campionario di abiti uno più bello dell’altro.

Jenny Packham Bridal CollectionJenny Packham Bridal Spring 2016

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*